martedì 17 maggio 2016

recensione Un cuore a metà





Formato: Formato Kindle
pag: 432
Editore: Lettere Animate Editore (27 maggio 2015)
prezzo:3,49
Media recensioni: (24 recensioni clienti)





Recensione:

Ho assaporato questo romanzo, che ho appena terminato di leggere, le cui sensazioni provo ancora sulla pelle. Prima d tutto quella di aver sbirciato in una storia reale, di vita vera, vissuta da qualcuno. Dopo una partenza leggermente lenta, forse a causa delle minuziose descrizioni, il romanzo ha preso via, decollando tra la caratterizzazione dei personaggi, calibrata alla perfezione , l’immersione nei luoghi e soprattutto nella storia di Aida , nelle sue passioni, paure, dubbi e insicurezze. L’autrice riesce a dar vita a una storia tenera e passionale, affrontando un tema delicato ovvero la differenza d’età, ma più in generale la domanda: quali ostacoli può davvero superare l’amore?



Trama:
Lei, Aida Leone, un’agente immobiliare di trent’anni, siciliana, una grossa delusione da superare, romantica e coraggiosa, una famiglia normale alle spalle: un fratello e una sorella.

Lui, Ruggero Serravalle, imprenditore facoltoso di sessant’anni, vedovo, colto e affascinante romano, una figlia grande e una nipote adorata.

Aida e Ruggero si innamorano, lei si dona al cento per cento rinunciando al suo lavoro e rompendo i ponti con la propria famiglia, che non crede in questo amore, lottando contro una suocera invadente e i parenti di lui, che la credono un’arrivista.

Poi, quando la passione e l’amore vengono stretti nella morsa dei problemi arriva Jonny a complicare ancor di più le cose. Giovane, spensierato, divertente, la corteggerà facendole provare emozioni nuove e mettendo in dubbio le proprie scelte.

Chi sceglierà Aida?

Certo, il nodo della storia sta lì, ma non solo. Si gode della storia pagina per pagina attraverso personaggi caratterizzati benissimo nei loro difetti e imperfezioni, nei loro dubbi ed emozioni.

Ruggero è innamoratissimo, romantico, dolce, ma anche debole, che lascia che l’anziana madre si intrometta ancora nella sua vita di coppia, senza reagire con decisione quando dovrebbe. Che usa spesso la sua ricchezza come ‘arma per farsi amare’ attraverso regali ( e questa è la parte di lui che meno ho amato).

Aida è un pezzetto di tutte noi: crede ancora nei sogni nonostante la delusione recente, si butta a capofitto nell’amore andando contro tutto e tutti pur di difenderlo. Dolce, sognatrice, romantica, ma anche molto forte.

Ho amato anche Mila l’amica sincera , senza peli sulla lingua, che conosce bene Aida, quello che vuole e che desidera, forse più di quanto la stessa Aida percepisca di se stessa

L’ambientazione è molto ben riuscita: C’è il fascino di Roma e la brezza del mare, ma anche la mentalità ristretta di paese, i pregiudizi, le malelingue.

Stile di scrittura
Apprezzabile anche lo stile: linguaggio fluido e scorrevole anche se un po’ troppo descrittivo nella parte iniziale .

Valutazione finale



Il libro ti coinvolge e ti emoziona, pagina dopo pagina! La cosa che ho apprezzato di più è la caratterizzazione dei personaggi, l’entrare nelle loro menti e nei loro cuori. Sia di Aida che dei due protagonisti maschili allo stesso modo, e non è facile perché di solito un autore si immedesima sempre più con un protagonista riuscendo a renderlo ‘più vivo’ degli altri. Con un cuore a metà invece l’autrice è riuscita a rendere vivi e reali tutti i protagonisti in modo superbo.

Un’altra cosa che ho apprezzato è la normalità: non ci sono belloni muscolosi, dagli occhi azzurro fluorescente, super sexy , ci sono persone normali, come ho detto sopra, piene di difetti e per questo secondo me più amabili.

Il finale poi mi ha commossa fino alle lacrime.

Davvero consigliato!