venerdì 12 dicembre 2014

stralci da Phoenix....

Battibecchi...


«Dritta a casa? Ma ti sei bevuto il cervello? In caso ti fossi scordato quelli ci stanno cercando, credi non abbiano piazzato qualche scagnozzo davanti a casa mia? Appena metterò piede lì dentro mi verranno a prendere in meno di un minuto, non sarò al sicuro finché tutta questa faccenda non sarà conclusa, vengo con te!»
«Devi essere completamente svitata, tu non vieni affatto con me!»
«Oh sì invece!»
«Oh no invece!»
«Si dà il caso che se tu non mi porterai con te io spiattellerò ai quattro venti, se serve anche alla stampa, il tuo nome e cognome, il tuo bel nome in codice e soprattutto dove sei diretto.»
«Non lo faresti!»
«Mettimi alla prova!»

Si fissarono per un lungo istante con odio negli occhi, lei teneva le braccia conserte e si mordeva il labbro inferiore, lui stringeva così forte il bicchiere nella mano che le nocche erano diventate bianche, poi lo sbatté con violenza sul tavolo: «Mondo lebbra! E va bene! Finirai per morire o farmi ammazzare, lo so già, vieni pure, non ne hai ancora abbastanza di questa vita?» non aspettò la risposta, si alzò furioso ed uscì, Leila guardò Greg con un’espressione di trionfo stampata sul viso.